SE HAI CREATIVITA’ POSSIEDI RICCHEZZA

A volte le persone pensano che il mondo sia ingiusto con loro o che la loro vita è un disastro a causa della sfortuna che hanno avuto.

Ascoltiamo espressioni come questa:

“Purtroppo non ho avuto l’aiuto dei miei genitori”

“Non ho avuto opportunità”

“Guadagno poco e inoltre le cose vanno sempre peggio”

“Io vengo dal basso non ho chi mi appoggi”

Sono vittime. Le vittime non trionfano.

Il Sig. Stephen Covey ci ha dato due suggerimenti che valgono oro, il primo è: “Quello che ci fa male, non è ciò che accade a noi, ma la nostra risposta a ciò che accade.”

E il secondo suggerimento è: “Insegno alle persone come trattarmi attraverso i limiti che stabilisco con loro”.

La povertà economica non può colpirci tanto forte quanto può farlo la nostra bassa autostima. I debiti non possono batterci tanto quanto se si può fare la nostra ignoranza. Il problema non è quello che sta succedendo là fuori, ma dentro di noi.

Quando siamo messi male finanziariamente, ciò che dobbiamo fare è rivedere il nostro comportamento ed esaminare i nostri pensieri. Essere superficiali e giustificarsi inventando ogni sorta di scusa, non risolve nulla, serve solo ad alimentare la nostra povertà interiore e la nostra scarsa attitudine.

Non importa quali sono i problemi che hai, non importa quali sono le tue principali sfide. Ma è certo che il mondo ti tratterà come tu tratti te stesso.

Se ti consideri l’ultima ruota del carro, così sarai trattato.

Se pensi che di te dovrebbero avere compassione, pena, questo è proprio quello che proietterai e gli altri percepiranno di te.

Una “massima” dice che nessuno ci può far male a meno che non lo permettiamo.

Essere in ricchezza o in povertà è una scelta. Forse senza soldi, forse con fame, ma se acquisiamo il giusto atteggiamento, nella mente si sta formando il nostro impero.

Cari amici, non è come la vita ci tratta, è il modo in cui trattiamo noi stessi.

Impariamo a individuare le occasioni che abbiamo: ci sono, ma a volte non prestiamo la necessaria attenzione. E a chi invece non ne trova dico: sii tu a generarle attraverso la tua creatività. Tutti siamo “in potenza” creativi, dobbiamo solo stimolare la creatività che è in noi. Coraggio e buon lavoro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *